Skip to main content

Il pitch è il momento principale in cui presentiamo la nostra idea a possibili investitori: come facciamo per fare un pitch convincente?

Tempo di lettura: 5 min

Il termine pitch deriva da elevator pitch, ovvero da ascensore.

L’origine è curiosa e apparentemente insensata ma, analizzandola, è possibile comprendere l’importanza di questo momento nel lancio di una startup.

Immaginiamo di dover proporre un’idea agli investitori e che questi ultimi siano persone molto importanti e impegnate; l’unico momento che avremmo per parlare con loro, potrebbe essere durante un viaggio in ascensore di appena qualche minuto.

Come li intratteniamo?

Il pitch è un trailer, una presentazione da 5 minuti con la quale dobbiamo riuscire a convincere gli investors a fissarci un incontro per parlare di un finanziamento.
Ma convincerli non è affatto facile!

Gli investitori sentono parlare di idee centinaia di volte al mese e hanno un unico obiettivo, al solito: guadagnare.

Quindi, oltre al fatto che tutti i vari step per la creazione della startup idea (validation, traction, landing, value proposition, MVP…) devono essere stati svolti alla perfezione, servirà una grande concentrazione e capacità in quei 5 minuti per intrattenere delle persone molto competenti e navigate come loro.

E soprattutto ricordiamoci: non ci sono seconde chances!

Detto così sembrerebbe che un pitch sia puramente questione di capacità dialettica e oratoria, ma, in realtà, è tutta (quasi) questione di organizzazione e progettazione, secondo delle linee guida e tramite l’uso di una presentazione di impatto.

Vediamo qual è la struttura:

  • Introduce yourself (presentazione)
  • Il problema che vogliamo risolvere
  • La solution
  • La demo
  • Differenziazione dai competitor
  • Opportunità (market e trends)
  • Revenue stream
  • Roadmap e obiettivi
  • Esigenza di finanziamento
  • Call to action: perché noi?

Problema e soluzione

Dopo esserci presentati e aver detto che ruolo abbiamo nel team, parliamo subito del problema che vogliamo risolvere, cercando di intrattenere gli ascoltatori con una domanda o una storiella (ad es. “vi è mai capitato di…?”, “voglio raccontarvi una storia…”).

Una volta incuriositi gli investitori, ecco il momento di presentare la soluzione; brevi, concisi ed efficaci le parole d’ordine, sia nello speaking che nella presentazione. Utilizziamo pochi punti e la value proposition affinché la solution sia facilmente comprensibile.

Ora dobbiamo mostrare l’MVP, ovvero il prototipo del prodotto, dando un’idea di semplicità e immediatezza a chi osserva le slides.

Competitors, mercato e revenue

La più grande cavolata che possiamo dire ad un investitore è: non abbiamo competitor. Bisogna essere accurati nel mostrare, tramite grafici o piani cartesiani, quali sono i contendenti sul mercato e in che modo puntiamo a differenziarci da loro per vincere.

Importantissimo è far vedere, sempre grazie all’utilizzo di grafici e citando numeri (TAM, SAM, SOM e CAGR), le opportunità e i trend del mercato che possono essere sfruttati per generare ricavi.

Fondamentale è far capire come vogliamo guadagnare (abbonamento, commessa, licenza,…) tramite l’applicazione! Può essere tutto molto bello e geniale ma se il modo per fare profitti non è efficace non convinceremo nessuno.

Prima di concludere e dire esplicitamente di che cifra abbiamo bisogna, occorre una bella roadmap che mostri le metriche e gli obiettivi raggiunti fino ad oggi e tutti i goals che puntiamo ad ottenere nelle varie scadenze temporali.

Perché proprio noi?

Oltre che per l’idea, perché abbiamo un grande team!

Presentare uno per uno i componenti e i loro ruoli e le loro capacità è essenziale. Sarà il team e il suo background a dare dei motivi in più agli investitori per scegliere di investire su di noi.

Mostriamo loro di che pasta siamo fatti e quali sono le competenze che ci distinguono.

Non dimenticate di studiare le possibili domande che gli ascoltatori potrebbero fare per mettere in difficoltà. Avere sempre la risposta pronta e dimostrare di saper risolvere i problemi sono le basi per il successo di un pitch.

Hai una startup o ti piacerebbe avviarne una?

Scopri i nostri programmi di formazione e pre-accelerazione per startup!
Farai parte della nostra community di folli innovatori, avrai a disposizione mentorship e formazione di qualità per realizzare le tue idee, accederai a sconti esclusivi sui migliori tools e potrai partecipare ai nostri Corporate Startup Program, avvincenti sfide di innovazione lanciate da grandi aziende e multinazionali.

SCOPRI DI PIU'

Diffondi il verbo degli innovatori folli: condividi l’articolo con i tuoi amici!